Castelli Torri e Dimore dei Nobili di Sicilia, origini, descrizioni, immagini, bibliografie e un efficiente motore di ricerca.  
Cerca per parola chiave
VoceCastelliProvincia di Trapani Mazara
1 record(s) trovati..
Castello di Mazara Visto: 737
Voti: 1   [Vota] [Riferisci errore]

CASTELLO DI MAZARA (Mazara del Vallo - Trapani)

Castello di Mazara - Mazara Ubicazione: centro urbano, piazza Mokarta.
Localizzazione storica: Val di Mazara.
Cronologia delle principali fasi storico-costruttive:
XI (seconda metà) - costruzione del castello.
XIX (seconda metà) - demolizione.
Notizie storiche:
970 - Mazar è annoverata fra i mudun (città) siciliani - Muqaddasi, in Amari 1880-81, II, p. 669.
1072 - Ruggero I fa costruire un castellum a Mazara - Malaterra, III, I, p. 57.
1075 - II castello resiste all'assedio di otto giorni da parte dei musulmani d'Ifriqiya permettendo ai rinforzi normanni di intervenire e di cacciare gli assalitori - ivi, III, IX, p. 61.
1150 ca. - "Mazara, splendida ed eccelsa città .....; ha mura alte e forti" -Idrisi, in Amari 1880-81,1, pp. 78-79.
1239 - Federico II ordina al giustiziere della Sicilia ultra di affidare il castello di Mazara a un cittadino fedele per evitare la sua rovina - H. - B., V, p. 68.
1274 - castello demaniale: castrum Maczarie per concergium unum - Sthamer 1914, p. 140; castrum Mazarie, quod per universitatem eiusdem terre hactenus extitit reparatum - ivi, p. 127.
1281 - castrum Mazare custoditur per contergium scutiferum non habentem terram in regno - ivi, p. 156.
1355 ca. - terra demaniale - Librino 1928, p. 208.
1358 (gen. 22 ) - il re ordina a Nicolò Abbate di adoperarsi per il recupero del castello di Mazara - Cosentino 1886, p. 428-9, doc. DCXVIII. 1358 (feb. 8 ) - il re si rallegra con Giorgio Graffeo per la riduzione di Mazara alla fede regia e per la laboriosa presa del castello - ivi, p. 434, doc. DCXXVII.
1407 - castello demaniale con Simone Paruta castellano - Acta Curie 12, p. 149.
XVI - XVIII - castello demaniale.
Proprietà attuale: pubblica (Comune).
Uso attuale: nessuno.
Stato di consistenza: pochissimi resti fuori terra che non consentono una lettura ricostruttiva dell'impianto.
Impianto planimetrico: l'iconografia storica del castello presenta un complesso a pianta quadrangolare con torre mastra quadrata.
Rapporti ambientali: il castello, edificato dai normanni nel corso della conquista dell'isola, si ergeva quasi in riva al mare, "dalla parte di Scirocco" (Anonimo, p. 140). Esso assicurò il controllo della città musulmana appena conquistata da Ruggero e servì da base per completare la conquista della zona (ad debellandam adiacentem provinciam - Malaterra, III, I, p. 56).
Descrizione: del castello, demolito nel 1880, si vede ancora una porta ogivale realizzata con conci squadrati e smussati.
Le antiche riproduzioni rappresentano il castello come un complesso poco armonico nelle sue forme (torri di forma e dimensioni varie; muri di altezze diverse e senza continuita planimetrica) a causa di ampliamenti che hanno alterato 1'impianto originario.
E' solo ipotizzabile che il fortilizio normanno fosse costituito da un dongione circondato da mura di cinta.





Vedi anche...
[no related categories]

Copyright ©2007-2008 CastellammareOnline, ASPapp.com