Castelli Torri e Dimore dei Nobili di Sicilia, origini, descrizioni, immagini, bibliografie e un efficiente motore di ricerca.  
Cerca per parola chiave
VoceCastelliProvincia di Trapani Castello di Bellumvider
1 record(s) trovati..
Castello di Bellumvider Visto: 866
Voti: 5.42   [Vota] [Riferisci errore]

CASTELLO DI BELLUMVIDER (Castelvetrano)

Castello di BellumviderIl castello svevo di Bellumvider fu fatto costruire nel XIII secolo dall’imperatore Federico II di Svevia, in prossimità della foresta di Birribaida nella quale l’imperatore e il suo seguito si dedicavano alla caccia.
Annoverato nel 1239 nell’elenco dei castra exempta, dell’imperatore Federico II di Svevia, a causa delle note vicende storiche siciliane, a partire dal 1355, di esso non si è avuto alcun riscontro nelle fonti storiche ed archivistiche, in quanto è rimasto celato dalle molteplici trasformazioni e sovrapposizioni architettoniche edificate nel corso dei secoli nell’attuale palazzo Ducale “Pignatelli”.
Di recente l’edificio è stato oggetto di studi condotti dagli architetti P. Calamia, M. La Barbera e G. Salluzzo, che nel loro ultimo lavoro “BELLUMVIDER la reggia di Federico II di svevia a Castelvetrano” edito dalla casa editrice Grafill, con la presentazione di Maurizio Oddo.
I tre studiosi hanno individuato nel palazzo Ducale della città di Castelvetrano, residenza delle famiglie Tagliavia e Pignatelli Aragona Cortes, diversi resti di fabbrica riconducibili ad un castello del XIII secolo.
Castello di Bellumvider - CastelvetranoQuesto lavoro, supportato da un attento rilievo del palazzo Ducale e attraverso il confronto con architetture sveve coeve, identifica i resti medievali contenuti all’interno del palazzo Pignatelli con il castello federiciano di Bellumvider.
Le caratteristiche architettoniche dell’edificio, pianta quadrilatera con torri ottagonali e l’uso del cubito salomonico, hanno permesso di ipotizzare che si tratta di un edificio del XIII secolo ideato da Riccardo da Lentini, noto architetto di corte.
I resti, finora individuati, consentono la ricostruzione della pianta originaria stabilendo una sorta di anello di congiunzione tra il castello quadrilatero di Catania e il castello ottagonale di Andria.
Questa ricerca, infine, arricchisce il panorama degli studi dedicati all’architettura sveva dell’isola, suggerendo una rivisitazione delle conoscenze storiche riguardanti la Sicilia durante il XIII secolo.





Vedi anche...
[no related categories]

Copyright ©2007-2008 CastellammareOnline, ASPapp.com