Castelli Torri e Dimore dei Nobili di Sicilia, origini, descrizioni, immagini, bibliografie e un efficiente motore di ricerca.  
Cerca per parola chiave
VoceCastelliProvincia di Trapani Bonifato
1 record(s) trovati..
Castello di Bonifato Visto: 2184
Voti: 1 [Vota] [Riferisci errore]

CASTELLO DI BONIFATO (Alcamo - Trapani)

Castello di Bonifato - AlcamoLa costruzione impegna la vetta dell'omonimo monte, da dove si domina l'hinterland tra Alcamo e Partinico che si apre a cavea sul golfo di Castellammare.
Il lato maggiore del castello affaccia, a settentrione, sull'abitato di Alcamo; il sito in rapporto visivo con Castellammare, Alcamo, Calatubo, Terrasini, Partinico, Montelepre, Borgetto, Iato, la Rocca Busambra, il Castellazzo di Poggioreale, Gibellina, Salemi, Calatafmi, Segesta, Erice e monte Inici.
La vetta del monte ed il suo castello sono stati, nel tempo, sede di un abitato cintato da mura nei quali si riconoscono i resti di una porta.
L'abitato ha avuto fasi di vita che sono state ipotizzate alterne con quelle di Alcamo. Fasi di vita di cui rimangono vestigia che si fanno risalire alla presenza elima.
Nel 1182 - si descrivono i limiti delle divisae di Bonifato.
Nel 1228 ca. - Bonifato citata da Yaqt come citt interna dell'isola.
Nel 1243 - Federico II obbliga i ribelli musulmani abitanti a Bonifato a scendere ad Alcamo.
Nel 1328 - menzionata l' universitas della terra di Bonifato.
Nel 1332 - Federico III concede il privilegio di ripopolamento.
Nel 1337 - il castello viene concesso ai Peralta.
Nel 1397 - Enrico Ventimiglia dichiara di essere stato lui a costruire il castello.
Castello di Bonifato - AlcamoNel XV secolo il castello sarebbe esistito in feudo non abitato
Il castello, dalla parte meridionale, affaccia su un ciglio precipite lungo il quale si ipotizza sia stata la porta di accesso, oggi probabilmente sostituita da una piccola chiesa, apparentemente della fine del XVI secolo.
Nella sua interezza il complesso racchiude una corte con tratti rettilinei alternati a torri, seguendo uno schema ascrivibile a tipi svevo-federiciani. Ai vertici del perimetro murato e lungo il lato settentrionale si trovano due delle maggiori torri, mentre due torri minori si trovano, una nel centro del lato settentrionale ed una affacciata a sud-est, sul precipizio.
Le torri che mostrano i segni architettonici pi cospicui sono quella di nord-ovest, la maggiore, oggi quasi integralmente in piedi, e quella, fra le piccole, di sud-ovest. La prima elevata sino a circa 19 m, era scandita all'interno in tre piani con solai lignei e copertura terminale con volta a botte; ha una struttura articolata con muri cavi, ed ipotetica cisterna al piano terra, ci che la caratterizza come dongione abitabile.
Lungo il fronte a settentrione rimangono delle mensole di uno sporto che corrispondeva alla seconda elevazione. La seconda torre, di cui rimane soltanto il piano inferiore seminterrato accessibile attraverso una scala ricavata nel muro cavo di settentrione, coperta da una volta a botte.
Tecnologicamente tutte le parti murarie risultano eseguite in pietra locale spaccata e posta in opera con malta di calce. Qualche elemento fra gli stipiti, archi ed architravi realizzato con pietra di Castellammare.
Il complesso solo parzialmente conservato; i resti esistenti consentono la ricomposizione ideale ed stato recentemente oggetto di interventi di restauro conservativo.
La propriet attuale pubblica.
 





Vedi anche...
[no related categories]

Copyright ©2007-2008 CastellammareOnline, ASPapp.com